I.P.S.I.A. A. Ferrari

L’Istituto d’Istruzione Superiore A Ferrari ex IPSIA FERRARI continua a presentarsi al territorio come punto di riferimento per l’area meccanica, in modo particolare nel settore dell’autoveicolo. Negli ultimi anni, con l’indirizzo professionale, l’indirizzo tecnico, gli IeFP e il corso serale, ha cercato di ottemperare alle esigenze della riforma scolastica e alle richieste provenienti dal mondo del lavoro e ha aderito a progetti, a gare e a concorsi nei quali gli studenti si sono distinti per i risultati eccellenti, a conferma della loro preparazione sempre più specializzata. La percentuale di occupazione dei nostri studenti risulta in contro tendenza al dato nazionale , assicurando, anche in tempi di crisi, un tasso di disoccupazione inferiore al 5% . L’Istituto ha consolidato nel tempo il suo rapporto preferenziale con la Ferrari Spa, che gli ha consentito di diventare un modello di eccellenza nell’ Alternanza Scuola-Lavoro. L’azienda, infatti, accoglie sempre più studenti in stage ( nell’anno scolastico 2013-2014 sono stati 60, nell’anno sc 2014/15, 86 ) e ha coinvolto la scuola già da due anni in un progetto di formazione del personale docente e degli studenti dell’indirizzo Meccanico e Tecnico, attraverso la mediazione di Heidenhain, con relativa donazione di simulatori, per l’apprendimento dell’uso di un software utilizzato nella gestione sportiva. l’Istituto è anche sede di un nuovo indirizzo di Istruzione Tecnica Superiore ( corso biennale post-diploma) per il conseguimento di una specializzazione in motori endotermici, ibridi ed elettrici e continua a progredire nello studio dell’innovazione tecnologica e nello studio delle energie alternative con la realizzazione di prototipi ad emissione zero, senza perdere mai di vista la formazione generale dello studente e del cittadino attivo, aperto all’Europa e al mondo intero, come dimostra la prosecuzione degli stages in Giappone e in ambito internazionale. La scuola, che ha manifestato la sua vocazione motoristica fin dal momento della fondazione, nel 1962/63, ad opera dell’ingegner Enzo Ferrari, ha assunto tutte le caratteristiche degli Istituti Professionali di area meccanica, ma ha mantenuto le peculiarità specifiche che ne hanno fatto un punto di riferimento per lo studio della meccanica dell’automobile e in particolare del motore. La vicinanza fisica, affettiva e vocazionale con la Ferrari Spa ha sempre privilegiato, nello studio dell’area meccanica, l’interesse verso il tema della mobilità e dei veicoli. Tale vocazione si è concretizzata anche nella realizzazione di un laboratorio didattico-sperimentale di ricerca e di prototipazione sulle energie e la mobilità Z.E.V. (Zero Emission Vehicle), che ha consentito alla scuola di partecipare e di segnalarsi in importanti eventi nazionali ed internazionali. L’istituto “A. Ferrari”, in questi anni, si è trasformato notevolmente. Da scuola , con corso atipico ad indirizzo “ meccanico motorista (TIMA)”, ha attuato tutte le riforme dei corsi professionali, (dal progetto “92” al Progetto 2002), caratterizzati da innovazioni sia di tipo didattico-formativo sia curricolare. Nel quadro della riforma Gelmini, poi, l’istituto ha attivato un nuovo indirizzo di Istituto Tecnico , Settore Tecnologico, Trasporti e Logistica, Articolazione Costruzione del mezzo terrestre, ed è stato inserito, per l’Istruzione Professionale, nel Settore Industria ed Artigianato, con l’indirizzo “Manutenzione e Assistenza tecnica”, con possibilità di rilascio di qualifica, a conclusione del terzo anno. L’I.I.S “ A. Ferrari “, per adeguarsi al nuovo ordinamento scolastico “Tecnico dei trasporti terrestri”, “Manutenzione e assistenza Tecnica” e per migliorare la qualità e l’efficacia del sistema di istruzione e formazione, relativamente all’apprendimento delle metodologie di analisi e diagnosi dei motori, ha stretto, inoltre, una collaborazione con TEXA Spa, società specializzata nella progettazione, industrializzazione e costruzione di strumenti diagnostici per Autovetture, Motociclette, Camion, Bus, e Mezzi Agricoli, che, grazie anche al contributo economico della Camera di Commercio di Modena, ha fornito la scuola di un laboratorio di diagnosi, dotato dei più recenti sistemi autronici dei veicoli. La collaborazione con TEXA prevede, oltre alla formazione di docenti, la partecipazione degli studenti ad una gara di diagnosi dell’auto. Da anni, inoltre, la scuola collabora con la BOSCH, che mette a disposizione i suoi esperti per i nostri studenti. L’attività dell’Istituto permette ai nostri studenti di inserirsi con facilità in ambito lavorativo. Gli studenti diplomati si iscrivono per un 10-11% ad una Facoltà universitaria, in genere ad Ingegneria; per un 20-25% vengono assunti dalla Ferrari Spa; altri trovano occupazione presso la Maserati, la Ducati o in altre Imprese e Ditte del Territorio. Una peculiarità dell’Istituto è la provenienza eterogenea degli studenti, che arrivano in parte dal Distretto di Sassuolo (Maranello, Formigine, Sassuolo, Fiorano), in parte da Modena e provincia (comprese le località di montagna), ma anche da Reggio Emilia, Bologna e da varie regioni d’Italia. Alcuni allievi provengono da Paesi stranieri. La scuola ritiene molto importante stabilire attività di raccordo con il mondo del lavoro e della ricerca per favorire negli studenti la conoscenza della realtà occupazionale del territorio, al fine di facilitarne le scelte professionali e formative future.